CREATHEAD

domenica 22 giugno 2008

NONNULLA

Noi siamo una legione, siamo tutti e siamo nessuno, siamo bambini, siamogiovani adulti e anziani, tra noi non c'è distinzione di sesso o dirazza. Non ci consideriamo mai migliori o peggiori di altri,Siamo stupidi siami intelligenti c'è chi sa disegnare, c'è che sa scrivere,chi sa suonare qualche strumento, le nostre passioni spaziano da qualunquecosa ci circonda (dalla più insignificante come la merda per strada alla più importante come la vicinanza di amici e amori), o ce ne sbattiamo le palle di tutto. Viviamo dalle lussuose ville attrezzate con ogni genere di comfort e passando per appartamenti villette e monolocali al cartone adagiato per strada tra piscio e merda;Sappiamo quello che vogliamo ma spessonon lo sappiamo, sappiamo come ottenerlo e non sappiam proprio comeriuscire ad ottenere tale scopo. Siamo gioiosi siamo sorridenti all'esterno ma dentro veniamo distruttidalle tristezze che ci divorano fino alla morte; sembriamo depressicronici, ma dentro di noi c'è una felicità raggiante che ci permette diaffrontare il mondo a testa alta,ne siamo ricchi, ne siamo poveri. Vorremmo parlare ma stiamo zitti, vorremmo stare muti come i pescima non riusciamo a smettere di sparare stronzate dal mattino alla sera.Siamo coloro che si sentono forti e immediatamente dopo cadiamo vittimedelle nostre debolezze per ritrovarci all'istante di nuovo padronidel nostro destino. Pronunciamo parole che feriscono anche quando non vogliamo farlo, quando vogliamo ferir qualcuno non troviamo il coraggio per partorire i nostriragionamenti;feriamo per difenderci o per attaccare, laceriamocuori e menti perchè siamo stati pugnalati in passato, umiliamo eveniamo umiliate. Consoliamo amici, nemici e sconosciuti; veniamoconsolati dai passanti dai vicini da amici e nemici da amori vicinie lontani, veniamo sanati da coloro che ci disprezano e da coloroa cui siamo legati da lacci invisibili. Siamo presenti per te e allo stesso tempo siamo assenti, ma in entrambele forme siamo capaci di mutare il nostro proposito verso di te. Viviamo fumatori e ubriaconi,allo stesso modo tiriamo avanti come salutisti astemi, siamo quello che sembriamo non siamo ciò che appariamo, i vostri occhi possono confonderci attraverso l'offuscamentodai mille e nessun pensieri che aleggiano nelle vostre e nelle nostrementi.Siamo complessi da leggere come antichi tomi latini, e nessuno ne voi ne noi, sarà mai capace di penetrare ogni singolo errore, ognisingolo abbaglio, ogni singolo svarione ed ogni singola virtù, cheresteranno per molte o poche stagioni sepolte in quel gigantescopunto di domanda che è la specie umana.

Nessun commento: